HOME

 

 

 

02.10.2011 FOTO    
Archiviata anche la terza prova del Giro delle Abbazie dove nella piazza di Marcellina, nella sabina Romana, si sono radunati ben 190 atleti a macinare i 290 mt di dislivello del circuito di 6,7 km con sotto lo sguardo attento di un'organizzazione ineccepibile. Ben otto i nostri atleti presenti che complessivamente Portano a casa ottimi risultati. Un minuto di silenzio per, commemorare due atleti scomparsi, e l'inno d'Italia, finalmente presente, hanno regalato un attimo di commozione ai corridori, immobili e concentrati, schierati in griglie ben distanziate proprio prima della partenza. Il primo start e sono gli elite che partono a velocità folle aggredendo la lunga salita asfaltata, 500 metri, poi 700 e la cementata arriva a toccare punte del 19 %; un vero tormento per le gambe che bruciano e l'aria che non sembra mai abbastanza. Un tratto roccioso in salita da fare a piedi e in discesa da inventare cercando la linea più semplice in mezzo ai massi, e giù per la prima discesa veloce e sconessa prima di una nuova salita, stavolta più morbida, dove i più forti spingono con il rapporto grande per fare la differenza. Altra discesa impegnativa con tratti in contropendenza e terreno tra cementato e sassoso hanno, messo questa volta veramente a dura prova, non solo le abilità di guida, ma anche il coraggio degli atleti. L'ultimo tratto, forse il più divertente tra passaggi stretti in single track, strappetti su asfalto e passaggi in volo sulle scalette del paese, riportava alla piazza nella quale è stata effettuata la partenza. Per la categoria M1, il nostro atleta Daniele Sabetta conquista la terza posizione dietro un Emiliano Dominici imprendibile, mentre Andrea Casanica riesce addirittura a concludere 3 giri (forza Gastone!). Un nutrito podio viene rappresentato invece dalla categoria M2, dove spicca il fortissimo Roberto Giovannelli seguito da Dario Mostarda redivivo ma ancora in forma, e la quinta posizione conquistata da Giovanni Marianantoni dopo una lotta all'ultimo sangue con Daniele Sabetta (primo Cappelli). A Marcellina gli M3 non sono stati fortunati! Giampiero Ruggeri è costretto al ritiro per una pizzicatura della ruota posteriore mentre, Enrico Pizzi riesce comunque a finire i quattro giri piazzandosi 18 esimo con una prestazione funestata però da una doppia foratura! Meglio, molto meglio si piazza Flavio Caperna, il nostro portacolori M4, che conquista un'ottimo terzo posto a soli due minuti dal primo (Serafini). Una giornata densa di emozioni e risultati dunque, ha contraccambiato il grande impegno profuso dai nostri atleti che hanno dimostrato quanto il livello dei Sorci Verdi si sia incrementato in questi anni. Prossima gara a Montefiascone dove speriamo in una partecipazione ancor più numerosa ed aggressiva.    
torna all'ultimo articolo articolo precedente