HOME

 

 

 

23.10.2011 FOTO    
Un cielo plumbeo, in una mattinata che se non gelida è stata di certo molto fredda, ha accompagnato i 150 bikers che si sono dati appuntamento a Montefiascone per la quarta prova del giro delle abbazie, partita proprio ai piedi del paese già patria della famosa GF Est Est Est. In corrispondenza del campo sportivo, quartier generale della manifestazione a pochi chilometri dal lago di Bolsena, è stata posizionata una partenza, per la verità anomala e contestata da qualcuno, essendo infatti la prima parte una specie di percorso di avvicinamento al circuito vero e proprio, da ripetere 4 volte (1 volta valeva il tratto di 5 km di avvicinamento). Comunque sia, i nostri 6 atleti, ben spaziati nelle solite apprezzate griglie di categoria, scattavano veloci nel primo tratto di salita che, dopo un chilometro, portava tutti alla prima discesa innestandosi sul circuito principale. Il nostro Roberto ha mostrato subito il suo solito passo assolutamente inarrivabile, seguito da Daniele, Flavio ed Enrico; chiudevano Andrea e Giampaolo. Il percorso, molto duro con più di 300 mt di dislivello a giro, era costituito da una lunga salita (la stessa della GF) che conduceva, dopo un passaggio molto divertente all’interno del paese tra scalette, da fare senza freni in discesa, e tratti guidati in salita, alla sommità del paese dove iniziava una lunga discesa verso il lago, con tratti veramente molto inclinati, su terriccio e brecciolino insidioso dove la capacità di guida e il sangue freddo sono stati gli elementi indispensabili per ottenere una fluidità di prestazione; molto interessate è stata inoltre l’idea di limitare la velocità in una discesa molto pericolosa, mediante chicane poste al centro a varie distanze, con pneumatici alla maniera automobilistica. Alla fine dei cinque giri Daniele Sabetta (M1), non in ottima forma, finisce quarto con quattro giri completati (primo Pasquali), ultimo (6°) Andrea che ha aiutato Giampiero purtroppo vittima di un infortunio alla caviglia destra (distorsione) proprio nell’ultimo tratto di discesa; auguri per una pronta guarigione. L’ottimo Roberto (M2), in buona forma finisce terzo dietro un Cappelli velocissimo, mentre Enrico (M3), stavolta non funestato da rotture varie, completa i cinque giri in quarta posizione (primo Chiodi). Flavio, il nostro rappresentante M4 finisce una buona gara in quinta posizione...    
torna all'ultimo articolo articolo precedente