HOME

 

 

 

20-05-2012 La leggenda di Capoliveri FOTO    
Sotto una pioggia intermittente ed un cielo grigio carico di minacce, si Ŕ svolta nella splendida cornice dell'isola d'Elba la spettacolare Capoliveri Legend Cup, Gf di 48 km e 2000 mt di dislivello, valida come prova nei circuiti Maremma Tosco Laziale e Nobili Windtex. Il tempo inclemente ha purtroppo scoraggiato molti partecipanti dell'ultimora lasciando spazio agli atleti pi¨ motivati e preparati; molto alto infatti il livello agonistico della manifestazione supportato da un impeccabile organizzazione. Spettacolare il tracciato che ha permesso ai partecipanti di scoprire il territorio del monte Calamita con i suoi paesaggi lunari e le affascinanti rovine delle installazioni minerarie ormai decadenti. Numerosi i single track veloci nella macchia mediterranea, i passaggi tecnici e divertenti non mancando per˛ le salite spaccagambe con pendenze anche del 23% dove la vera preparazione ha fatto la differenza. Porro della Silmax Cannondale dopo 2 ore e 13 si presentava solo all'arrivo seguito a pochi secondi da un sempre presente Casagrande e dal compagno della Silmax Pallhuber. Tutti a diversi minuti gli altri pi¨ forti (Il nostro concittadino Crisi finisce undicesimo a 7 min ad esempio) Dei nostri atleti lo sfortunato enrIppo, dopo un problema meccanico prima della partenza che lo ha costretto ad una griglia nelle ultime posizioni, dopo un'ottima gara a soli 5 km dall'arrivo subiva un'ulteriore foratura che gli faceva perdere una trentina di posizioni e lo confinava in 87 esima posizione. Bella anche la prova di Stiremannus che insieme a Max di Roma ha dimostrato un carattere da vero corridore ottenendo un'ottimo 138esimo piazzamento; ormai possiamo contare su un'altro atleta!!! Una gara dunque da ricordare non solo per il percorso ma per il calore e la professionalitÓ dimostrata dagli organizzatori che nonostante un tempo difficile sono riusciti a regalarci un evento difficile da dimenticare.    
torna all'ultimo articolo articolo precedente