HOME

 

 

 

11/11/2012 La SeiOre di Ostia FOTO    
Certo sinceramente, tra un giro e il successivo mentre tutto sudato l'acqua ti inzuppa i vestiti, il cielo è di un grigio scuro tendente al nero e il vento spazza i gazebo dei team, l'amletico dubbio "ma chi me lo fatto fare!" probabilmente è venuto in mente a molti, ma poi bastava che il tuo compagno, posizionato tatticamente a controllare l'arrivo del cambio per non farti perdere neanche un prezioso secondo, ti dava il via, che l'adrenalina ti spingeva in avanti come una molla verso quel percorso pieno di fango sotto scrosci di pioggia alternati a rari attimi di... PIOGGIA ma insensibile a tutto e con il solo pensiero di dare il massimo stavolta non solo per te stesso ma soprattutto per la squadra! Questo piccolo preambolo vi ha fatto capire che le condizioni meteorologiche non sono state delle migliori per una manifestazione che avrebbe meritato certamente una miglior sorte. Percorso semplice (10 km) ma abbastanza vario con passaggi ampi nella pineta, un bellissimo single track toboga, molto veloce, uno strappetto con sassi e roccette e curve da fare al limite dell'aderenza. La zona cambio non era molto ampia ma comunque coperta da gazebo per evitare di far bagnare i biker pronti ad entrare nel circuito con un corner che forniva quella che hanno chiamato una "colazione lunga" fatta di banane, arance, pizza pasta a volontà e acqua per tutti... beh quella c'era anche, e molta, ma copiosa dal cielo! Giro dopo giro le condizioni del terreno sono via via peggiorate fino a rendere il percorso più simile ad un acquitrino. Intanto i Sorci Verdi avendo perso nei giri iniziali il contatto con i primi a causa di una doppia foratura di Sandro ed Enrico, hanno continuato a mantenere con tenacia la seconda posizione fino alla fine. Peccato per i nostri Turbolenti che dopo appena un giro a testa hanno deciso di abbandonare a causa proprio delle avverse condizioni meteo. La fine della gara ha visto vincere nella categoria dei pensionati la squadra di Ciclotech seguita proprio da quella dei Sorci Verdi che concludono questa stagione con una prestazione veramente brillante! Docce calde, un ottimo pasta party nel circolo sportivo dell'infernetto e la premiazione finale hanno concluso questa competizione veramente molto originale ed unica nel suo genere. Rinnoviamo i ringraziamenti alla inBike (società organizzatrice) che in pochissimi mesi di vita è riuscita ad organizzare un evento in maniera quasi impeccabile; alcune sfumature infatti, possiamo considerarle come dei piccoli e veniali peccati di gioventù! Grazie a tutti e al prossimo anno dove i Sorci Verdi parteciperanno sicuramente più numerosi e agguerriti che mai!    
torna all'ultimo articolo articolo precedente